Il matrimonio è un giorno speciale e molto spesso irripetibile. Attenzione minuziosa si presta alla scelta dell’abito, dei fiori, della chiesa, del ricevimento e perché no, anche della vera protagonista finale: la torta. Che scegliate uno stile chic o country, semplice e minimale o complesso e stravagante, l’importante è che rispecchila particolarità dell’occasione e le caratteristiche della coppia a cui è dedicata.

Come scegliere la torta nunziale

Nella scelta delle dimensioni, della forma, dello stile e del tipo di torta nuziale vi sono molte cose da tenere in considerazione ma sicuramente deve essere scenografica. Comprate una torta che possa soddisfare tutti i vostri invitati. Tradizionalmente la torta dovrebbe essere a tre piani, ma è possibile arrivare fino a sette, ricoperta di panna (o glassa di zucchero), ma oggi è possibile scegliere tra una vasta gamma di tipi e di gusti. Le torte con colori a pastello e creme zuccherate particolari stanno diventando popolari. C’è chi preferisce delle decorazioni floreali sulla torta, c’è chi sceglie le torte-gelato. Non c’è una regola per le decorazioni. Scegliete, quindi, secondo i vostri gusti. Secondo tradizione sulla torta vengono posizionate le figurine degli sposi con un piccolo arco di fiori (da conservare tra i ricordi); un’idea alternativa potrebbe essere quella di mettere qualche decorazione che richiami una passione comune agli sposi (hobby, lavoro, sport, ecc…).

Le usanze

Quando è il momento di tagliare la torta, tradizione vuole che lo sposo poggi delicatamente la mano destra su quella della sua sposa ed insieme diano il primo taglio con un coltello d’argento decorato con un morbido fiocco di raso bianco. La sposa porge allo sposo la prima fetta; sempre la sposa offrirà le fette successive nel seguente ordine: suocera, mamma, suocero, papà. La torta andrà poi divisa tra gli invitati.